Sex And The City…

Ragazze e ragazzi fashionisti buona sera 🙂

In questi giorni non sto proprio alla grande…quindi mi sono fatta una sana (mica tanto!) scorpacciata di film!

Ho avuto la malsana idea di vedere SEX AND THE CITY 2 …

La locandina del movie SEX AND THE CITY 2

 

e mi viene da dire solo un cosa, anzi no, 2…

Orribile e meraviglioso allo stesso tempo!

Ma andiamo con ordine…

Perchè orribile?

Perchè la trama, in fin dei conti è decisamente “vuota” …non c’è storia, non c’è coinvolgimento!Potrebbe essere tranquillamente una normale puntata della 5° serie 😦 ci sono rimasta proprio male. sopratutto se lo confronto con  il secondo! Ci sono (pessimi) accenni sulla crisi finanziaria che ha colpito l’America che ho trovato, non lo nego, un pò fuori luogo, dato che tale argomento viene trattato con finta profondità (finta perchè ne parlano mentre sono in una suite da 20mila dollari a notte, con addosso tra i 50mila e i 65mila dollari in vestiti, scarpe e gioielli)

Qualche accenno sulla trama…

Il movie iniza con alcuni flashback di Carrie, che ricorda il suo arrivo a NY, quando ha conosciuto le sue fantastiche amiche in quel di Manhattan!

Dopodichè ci si ritrova in casa dei coniugi Preston (che non è più il mega attico del primo film ma bensì una casa decisamente ridimensionata…data la crisi!!!) che si preparono per partecipare al  matrimonio di Stanford e Anthony (rispettivamente migliori amici di Carrie e Charlotte). Al momento del taglio della wedding cake entra in sala una grandiosa Liza Minnelli (che interpreta se stessa) emulando la Destiny’s Child, Beyoncè, nel video di Single Ladies (put a ring on it!)…SENZA PAROLE per la bravura e la bellezza di questa donna!

Liza Minnelli mentre canta Single Ladies al matrimonio di Stanford e Anthony

Punti focali del film sono la crisi matrimoniale di Carrie, che inizia ad avere paura della monotonia e della vita abitudinaria da sposata, lo stress accumulato di Charlotte a causa della sua famiglia (2 bambine piccole che non fanno altro che piangere e urlare! Fantastica la scena in cui Lily, chiamando la mamma in modo isterico, decide di catturare la sua attenzione macchiandole un abito vintage color panna di Valentino), la rabbia di Miranda perchè il suo capo la sminuisce davanti a tutti in quanto donna, e la noia di Samantha, dato che sta entrando in menopausa e cerca nuovi stimoli ! Cosa fare allora? Manco a dirlo…si parte per Dubai!

E qui Carrie incontra…Aidan…ma ora basta con questi accenni sulla trama 🙂

L'incontro a Dubai di Carrie e Aidan

Ma passiamo alla seconda opinione! Perchè meraviglioso?

Straorinariamente meraviglioso (ovviamente 🙂 ) per i vestiti, l’ambientazione e in particolare, per una scena dove delle donne con il burqua aiutano le nostre 4 donnine a fuggire dalla folla che vorrebbe linciarle (dato che a Samantha è caduta la borsa e si sono sparpagliati tutti i suoi preservativi!!!). Una volta portate in salvo le protagoniste, le donne alzano il burqua perchè sotto indossano… la collezione primavera/estate di LV, Valentino, Prada e Louboutin 🙂

Ecco qualche outfits:

Carrie scende dalla mercedes cabrio di Big

 
 

Le due amiche camminano per le vie di NYC

 
 

Una scena tratta dal sequel di Sex And The City

 
 
E adesso gli outfits dei flashback di Carrie…
 
 

Carrie e Charlotte

 

Miranda aspetta le sue amiche in quel di Manhattan

 

Kim Cattral alias Samantha Jones

 
Il film ovviamente, se siete amanti della moda và visto, ma non aspettatevi certo contenuti importanti e profondi!
quindi il mio voto è: 6 e mezzo (regalato!)
 
 
 
XOXO
A.
 
 
 
Annunci

Dylan Dog…che amarezza!

Buona sera a tutti 🙂

Qualche sera fa sono andata al cinema con il mio fidanzato e con degli amici, perchè tutti avevamo una gran voglia di vedere il film tratto da uno dei fumetti più famosi dopo Topolino, ovvero Dyan Dog.

La locandina di Dylan Dog The Movie

Dunque…attore principale di questo movie è tale Brandon Routh (lo avrete notato in Superman Return) il suo fido consigliere non è Groucho Marx (i diritti di questo personaggio erano troppo cari)  ma bensì Marcus ( Sam Huntington). Protagonista femminile è la bellissima (ma estremamente magra…) Anita Briem ( alias Elizabeth Ryan).

La trama fa veramente pena a mio avviso…sarò esagerata ma, non so come spiegare, è prima di ritmo!
Prima di tutto, la storia non è tratta da nessun albo della serie di fumetti, ma è una storia del tutto nuova!
Dylan ha abbandonato il lavoro di Investigatore dell’incubo e ha deciso di diventare un normalissimo investigatore privato ( questa sua decisione scaturisce dall’uccisione della sua tanto amata fidanzata Cassandra).  Quando però viene contattato da Elizabeth, il cui padre è stato ammazzato, secondo la ragazza da un mostro, Dylan decide di rimettersi in gioco e scoprire il motivo e, sopratutto, chi ha ucciso il padre di Elizabeth.
Questo è quanto…
Non mi è piaciuto assolutamente…la trama è veramente povera nei contenuti, per non parlare dell’interpretazione di Brandon Routh, che non è del tutto pessima ma, non rispecchia per niente il Dylan Dog del fumetto, sia per il fisico che per il carattere.
Il personaggio che secondo me merita una piena sufficienza (ma anche un 7!) è quello di Marcus perchè, essendo stato creato proprio per il film, non si hanno aspettative, ed è decisamente più semplice avere simpatia per lui.
Insomma non è un film che consiglio, sopratutto se si è amanti del fumetto!
XOXO
A.

Tutti al cinema…

Ieri sera sono andata – tanto per cambiare- al cinema.

Sono andata con la mia amichetta del cuore RITA 🙂 e una carissima coppia di amici, Lery e Marco.

Abbiamo optato per una commedia italiana, ovvero, NESSUNO MI PUO’ GIUDICARE, con Paola Cortellesi e Raul Bova.

La locandina di Nessuno mi può giudicare

Avevo visto il trailer quando andai a vedere QUALUNQUEMENTE ( con il fantastico Antonio Albanese) e il film mi incuriosì davvero tanto perchè mi era sembrato avvincente e simpatico. E avevo ragione…

Il film è divertentissimo, ironico,disilluso e acuto…ho riso davvero tanto ( e in questo momento c’è ne davvero bisogno!).

Ma di che cosa parla? Allora…

Alice ( Paola Cortellesi) è una donna molto ricca, superficiale e razzista che vive in una zona borghese di Roma,i Parioli,che tratta malissimo la sua “servitù”. E’ sposata con un imprenditore (che la tradisce con la sua segretaria…primo cliché) che a causa di un incidente stradale muore e la lascia con una montagna di debiti (secondo clichè). A causa di ciò è costretta a vendere tutto, le case, le auto,tutti i suoi beni insomma, e alla fine non ha neanche un posto dove andare a dormire.

Ed ecco il colpo di scena…

Un suo cameriere, Aziz, le propone di andare a vivere nel suo quartiere, dove c’è la possibilità di un attico poco costoso.  Vi lascio immaginare questo attico…

Dato che a  causa dei molti debiti rischia di perdere la custodia del figlio, Alice, che non aveva mai lavorato prima, decide di rimboccarsi le maniche e di trovare un lavoro, che le permetta di risanare tutti i debiti. Alice non trovando nulla di che, contatta Eva, una ragazza bellissima (e con tanto di attico di due piani che si affaccia sul colosseo…) che la introduce al mondo delle escort…

Non vi dico più nulla…anche perchè non renderebbe giustizia a questa divertente commedia all’italiana che con molta freschezza ( che non per forza fa rima con superficialità…almeno questa volta!) racconta l’Italia delle contraddizioni, da una parte i Parioli, dove non sai il nome del tuo vicino, e dall’altra i quartieri popolari, belli pieni di vita, dove il tuo vicino oltre a sapere il tuo nome sa anche come ti piace la parmiggiana, da una parte Luis Vuitton e dall’altra Gigi Armani!!!

Alle dichiarazioni (grottesche) d’amore si alternano cene sulla terrazza al chiaro di luna con tutti gli amici, ambigue (ma pur sempre esilaranti ) scene di seduzione si affiancano scene di introspezione…

La Cortellesi, che è davvero una delle poche donne delo spettacolo complete, recita alla grande, grazie anche alla sua straordinaria mimica facciale…mentre Rauol Bova (il “coatto” della situazione che pur di non far pagare i suoi amici rimane senza lavoro…) è davvero convincente!

Insomma un film che consiglio davvero a tutti 🙂

Stasera ritorno al cinema ma ancora non so cosa vedrò…quindi se vi interessa…STAY TUNED 🙂

XOXO

A.

PS: La storia è narrata da una voce fuori campo…la voce è quella di Valerio Mastrandrea 🙂

Unknown/Senza Identità

Buona sera a tutti 🙂

Ieri sera mi sono degnata di andare al cinema (erano tipo 4 settimane che non ci mettevo piede!!)

Sono andata con il mio fidanzato, Daniele, la mia migliore amica, Rita e con Marco, migliore amico di Dani. All’inizio si era optato per IL RITO -film del genere ” se non son demoni non gli vogliamo!” che vede come protagonista Anthony Hopkins e con la “straordinaria” partecipazione di Maria Grazia Cucinotta (???) – ma data la mia disumana abilità nello  spaventarmi e di impressionarmi anche con le scene di Barbie Raperonzolo, io e la mia amichetta siamo riuscite a deviare la decisione su UNKNOWN- SENZA IDENTITA’ interpretato Liam Neeson e con quella bellezza di Diane Kruger.

Il film, almeno dal trailer, mi era sembrato avvincente, bello e interessante…già solo dal trailer però!

Senza IdentitàAllora, c’è tale Dott. Martin Harris che si trova, insieme alla moglie, a Berlino, per una convention sulla medicina d’avanguardia! Arrivati in albergo, lui si rende conto che gli manca una valigetta e, mentre la moglie fa il check in, lui monta su un taxi (guidato dalla Kruger) per ritornare all’ aereoporto e riprendere la valigetta! Peccato però che hanno  un incidente ( decisamente troppo compiuterizzato ed eccessivo) e cadendo nel fiume…lui -indovinate un pò- perde la memoria! Gina/Diane Kruger lo salva ma poi scappa in quanto clandestina…Viene ricoverato e alla fine decide di firmare per la dimissione e corre in albergo dalla moglie…che non lo riconosce – e come se non bastasse – è sposata con un altro uomo che dice, e dimostra di essere il Dott. Martin Harris…

Insomma dopo varie peripizie,  mille avventure, duecento inseguimenti e una lunga scia di omicidi lui scopre che…no non vi dico più niente perchè di certo non posso svelare l’arcano!!

Sappiate che come tipologia di film -a me personalmente- ricorda THE SIX SENSE (nel senso di suspance e di colpi di scena, film che adoro e del quale potrei scrivere intere pagine 🙂 ) con un leggero retrogusto di THE BOURNE IDINTITY! A metà del film, sinceramente, mi è risultato difficile non distrarmi in quanto sia i dialoghi che le scene risultavano senza ritmo!

L’interpretazione di Liam Neeson non è delle migliori (ha recitato meglio in LOVE ACTUALLY per non nominare GANGS OF NEW YORK), così come quella della Kruger (praticamente zero se paragonata a BASTARDI SENZA GLORIA!). Nel film ci sono più inseguimenti e telefonate che dialoghi ( e quelli che ci sono, non sono grandiosi!) ma tutto sommato non è un fiml che cestinerei…anche se non si direbbe!

Tutto sommato lo consiglio…ma da vedere comodamente sul divano, magari per una serata tra amici!